SIGEP 2019 – Rimini

SIGEP 2019 – Rimini

ELFRAMO: A SIGEP NEL SEGNO DELLA VERSATILITÀ
La flessibilità che fa la differenza
“Versatilità. È questa la parola chiave per Elframo per il nuovo anno” Così Maurizio Mora, Amministratore Unico di Elframo Spa, alla vigilia di Sigep, la fiera Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, in programma a Rimini dal 19 al 23 gennaio. “Elframo ha una storia lunga 50 anni e il suo successo deriva, tra le altre cose, dalla capacità di sapersi adattare all’evolversi del mercato, prestando ascolto alle esigenze dei clienti” continua Mora.
L’offerta di Elframo include diversi modelli: lavabicchieri, lavastoviglie sottobanco, lavastoviglie a capot, lavaoggetti, lavastoviglie a traino e lavastoviglie a nastro; un’offerta completa a misura di cliente. “Ci occupiamo di tutto, dalla progettazione fino alla realizzazione del prodotto finito, con la massima attenzione ad ogni dettaglio” spiega Mora. L’intero ciclo produttivo viene gestito nei 2 stabilimenti di Bergamo, dotati delle più avanzate tecnologie per la lavorazione dell’acciaio. “I nostri impianti e le nostre risorse ci permettono di gestire in completa autonomia l’intero ciclo produttivo dei nostri prodotti. Grazie alle competenze tecniche dei nostri ingegneri specializzati e alla profonda conoscenza del mercato della nostra Rete di Vendita, possiamo ideare soluzioni ideali in termini di ottimizzazione degli spazi, efficienza energetica e destinazione d’utilizzo. Il contatto costante con i clienti, inoltre, ci permette di sviluppare soluzioni personalizzate, in grado di soddisfare anche le esigenze più specifiche” prosegue Mora.
Negli anni Elframo si è sempre contraddistinta per la qualità dei prodotti e per la cura del servizio. Il cliente è da sempre al centro della politica aziendale. Diversi i servizi offerti, come la spedizione dei ricambi entro 24 ore dall’ordine tramite il magazzino automatizzato, l’erogazione periodica di corsi formativi in sede o in loco dedicati ai tecnici qualificati, l’assistenza telefonica in lingua e il sito web con area riservata da cui scaricare tutta la documentazione tecnica di prodotto. Utili e preziosi accorgimenti per accompagnare il cliente passo dopo passo nella fase di pre e post-vendita e creare così valore aggiunto.
A Sigep l’azienda bergamasca presenterà alcune nuove funzionalità di prodotto, tra cui la sanitizzazione, il lavaggio soft e il ricambio parziale dell’acqua. “Tramite il processo di sanitizzazione è possibile effettuare un ciclo di lavaggio e risciacquo ad alta temperatura al fine di eliminare eventuali batteri presenti sulla superficie delle stoviglie, secondo quanto previsto dalla normativa EN ISO 15883-1/3 (A0)” spiega Fabio d’Adamo, Responsabile Ricerca & Sviluppo. “La funzione di Lavaggio Soft consente di ridurre la potenza della pompa durante tutta la durata del lavaggio per preservare gli oggetti più delicati e fragili, mentre grazie al ricambio parziale dell’acqua è possibile svuotare automaticamente l’acqua nella vasca ad intervalli predefiniti per garantire maggior pulizia ed igiene durante i vari cicli di lavaggio” aggiunge d’Adamo.
Sotto i riflettori a Sigep gli ultimi modelli della gamma elettronica VE: la sottobanco D45 VE, le lavastoviglie a capot CE24 F VE e la TC100 VE e la lavapentole LP61 H VE. Inoltre, la lavastoviglie a traino compatta ETS16 e la sottobanco digitale BS40. Una piccola panoramica sul mondo del lavaggio a marchio Elframo, una linea di prodotti che spazia dalle piccole lavabicchieri per bar e caffetterie, passando per le lavastoviglie a capot e lavaoggetti, fino agli impianti più complessi per ristoranti, ospedali, mense e catering.
Elframo è attiva anche nel mercato del gelato cui propone il mantecatore EM36 e il pastorizzatore EP60 a marchio Elmogel, 2 bestseller nel Paese del Sol Levante.
Appuntamento con questo e molto altro ancora a Rimini dal 19 al 23 gennaio sullo stand Elframo, contrassegnato dal numero #101, nel padiglione B1. “Vi aspettiamo sul nostro stand per mostrarvi le nuove funzionalità di prodotto e illustrarvi i progetti in corso” conclude Mora.